Matteo Messori (Reggio Emilia, 1993), si diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Nel 2016 è selezionato dall’Associazione Giovani Artisti dell’Emilia-Romagna (G. A. E. R.) per la partecipazione al corso “Mestiere delle Arti”, indirizzo formativo organizzato dal Comune di Ferrara. Tra il 2017 e il 2018 realizza una residenza presso la galleria P420 Arte contemporanea di Bologna e nel 2018 partecipa ad un workshop per la rigenerazione urbana della città di Ferrara, progetto svolto dall’artista Andreco in collaborazione con il G. A. E. R. Il workshop si è concluso con la mostra “Intrepida”, allestita presso l’Ex Teatro Verdi di Ferrara. Nel 2019 è stato selezionato per il Premio Combat, riconoscimento che lo ha portato a ottenere la menzione speciale nella sezione Scultura ed installazione. Nello stesso anno espone con la mostra personale “Sospesi”, realizzata presso la Yag/Garage di Pescara, a cura di Ivan Dalberto, e “Antiforma” presso la Galleria Ramo di Como, a cura di Federica Fiumelli. Sempre nel corso del 2019 è stato scelto per la residenza d’artista “LUOGHI. Spazi potenziali” a Macerata. Attualmente vive e lavora a Reggio Emilia.

Matteo ha dato il suo contributo, con un’opera inedita, al primo numero della nostra rivista Ŏpĕra.